Chi siamo

La Federazione Italiana Footbike (FIFB) si propone di promuovere e divulgare una nuova disciplina sportiva, la Footbike o Monopattino Sportivo.

La Footbike nasce in Finlandia nel 1994 come attrezzo d’allenamento per lo sci di fondo, dal quale deriva la spinta alternata con entrambe le gambe.

Nel Nord Europa diventa velocemente un’attività a sé stante e riesce ad aggregare praticanti provenienti sia dalla corsa che dal ciclismo, nonché atleti con background differenti (sciatori, pattinatori ecc).

Il gesto è molto spontaneo, sfrutta la forza muscolare dell’atleta a tutto tondo, coinvolgendo sia la parte alta che la parte bassa del corpo, sviluppa equilibrio e propriocezione e può essere praticato a partire dai 4 anni di età, senza restrizioni.

E’ un’attività sportiva trasversale perché richiama reminiscenze infantili, risveglia l’eterno bambino che è in ognuno di noi e trasforma il territorio in una palestra a cielo aperto.

La Footbike è una disciplina “onesta”, che non lascia spazio ai compromessi: la fatica è fatica, la salita è salita. Per questo, abitua al superamento dei propri limiti, sia fisici sia mentali; stimola un approccio positivo, fa crescere ed educa i giovani, insegnando loro che il modo giusto per affrontare le difficoltà è il superamento degli ostacoli, e non l’aggiramento degli stessi.

La Federazione Italiana Footbike si prefigge l’obiettivo di affiancare questa disciplina ad altre ben più note e diffuse sul territorio, come ad esempio l’atletica, sfruttando l’esperienza tecnica ed educativa dei preparatori, che potranno inserire il monopattino sportivo nei piani d’allenamento dei propri atleti, oltre che scoprire nuovi talenti.

La Federazione Italiana Footbike si farà carico di supportare le associazioni sportive multi-disciplinari che vorranno introdurre la Footbike tra le proprie attività, organizzando corsi per tecnici ed allenatori, partecipando alle manifestazioni sportive ed organizzando circuiti di gare locali.

La Federazione Italiana Footbike, inoltre, promuoverà l’attività nelle scuole, presso i centri sportivi e nelle località turistiche, coinvolgendo le realtà locali e creando sinergie tra lo sport ed il territorio, per lo sviluppo del turismo sostenibile e di prossimità.

 

LA NASCITA DELLA FOOTBIKE

La footbike è un monopattino sportivo, molto più simile ad una bicicletta che ai tradizionali micro-monopattini a cui siamo abituati: la posizione di guida, i doppi freni, gli pneumatici e la dimensione delle ruote, fanno della footbike un nuovo mezzo di trasporto ed un attrezzo d’allenamento completo.

L’inventore della footbike si chiama  Hannu Vierikko, un medico finlandese, appassionato di corsa, e atleta di sci nordico, che l’ha creata a metà degli anni ’90 per mantenersi in allenamento, senza gravare troppo sulle articolazioni.

La sua creatura si chiama Kickbike, e grazie ad un altro atleta finlandese si è diffusa in tutto il mondo. Nell’estate del 2000, infatti, Kuuisto ha attraversato l’Europa a bordo di una footbike, passando dall’Olanda, dalla Germania, dalla Repubblica Ceca e dall’Italia per promuovere e far conoscere questo fantastico mezzo.

 

LE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL MEZZO

La footbike, è un mezzo a propulsione umana che può raggiungere, con la sola spinta, una velocità massima, in piano, di circa 40 km/h. Il finlandese Hannu Vierikko ebbe l’idea di inventare la footbike, modificando un monopattino e montando una ruota anteriore della dimensione di 28 pollici come le biciclette da corsa.

I modelli di footbike più diffusi hanno le ruote di dimensione diverse tra di loro: quella posteriore può variare dai 16 ai 24 pollici fino ma può arrivare anche a 26 e 28 pollici, cioè della stessa dimensione di quella anteriore che può variare dai 26 pollici per i modelli fuoristrada tipo mountain bike, fino ai 28 pollici per i  odelli da strada.

I materiali usati variano da modello a modello: sono disponibili telai in acciaio, alluminio, carbonio e titanio. La Footbike è usata per il trasporto quotidiano, per  l fitness e le competizioni. Componentistica e accessori sono gli stessi del mercato ciclistico.

 

LA TECNICA DEL FOOTBIKING

La footbike viene spinta tramite delle pedate a terra, a gambe alternate. Il movimento è molto fluido, parte dai muscoli più importanti del corpo umano (glutei e addominali), coinvolge tutto il corpo, sviluppa l’estensione massima delle gambe, la flessione del ginocchio e della caviglia.

La gamba che spinge e quella d’appoggio, che sostiene la spinta, svolgono azioni abbastanza differenti ma, se il loro lavoro viene scambiato ogni 3-6 passi a seconda della pendenza, allora entrambe le gambe godono dei benefici di entrambi i tipi di flessione e rotazione. I muscoli impiegati nella footbike sono gli stessi che vengono usati sia nella corsa che nella bici, ma senza stress per le articolazioni e per la schiena.

 

LE CATEGORIE

A livello di regolamento sportivo IKSA, oltre alla suddivisione tra genere maschile e femminile, sono previste, in base alla fascia d’età, le seguenti categorie: kids (6-12 anni), cadets (13-15 anni), juniors (16-17 anni), seniors (18-44 anni), masters/veterans (over 45).

Le specialità:

  • Individuale Sprint, su pista della lunghezza di 200/2000 metri
  • Individuale Breve Distanza – Criterium Race, su circuito stradale di una  lunghezza da 10 a 20 km, con partenza in massa
  • Individuale Lunga Distanza – Endurance Race, su circuito stradale di una lunghezza da 20 a 50 km, con partenza in massa
  • Individuale Ultra Marathon Race, gare su lunghe distanze fino a 250 km
  • Staffetta a Squadre – Relay Race, su circuito della lunghezza di 400/1500 metri da ripetersi, a staffetta, per durate tipicamente di 1 ora, ma con punte ma ssime fino a 24 ore. Le squadre possono essere composte da un minimo di 2 persone fino a un massimo di 5 a seconda del tipo di gara.
  • X-Country, su percorsi fuoristrada similmente alla MTB, con monopattini dotati di ammortizzatori e ruote tassellate.
 

 

LA FOOTBIKE NEL MONDO

In Europa, dove la Footbike ha avuto la sua origine, è molto diffuso in Olanda e in Repubblica Ceca, ma si pratica anche in Danimarca, in Finlandia, in Francia, in Germania, in Gran Bretagna, in Slovacchia e in Svizzera.

Nel resto del mondo è praticato in modo significativo negli Stati Uniti, in Canada e in Australia, con alcune presenze anche in Sud America e in Giappone.

L’organizzazione internazionale che sovrintende all’organizzazione dei World Champioships, degli European Championships e dell’Eurocup è l’IKSA – International Kicksled and Scooter Association, con sede in Repubblica Ceca.

 

UNA PRATICA SEMPRE PIU’ DIFFUSA

Un numero crescente di atleti usa il monopattino come parte fondamentale del proprio allenamento e partecipa attivamente alle gare di footbiking. Gli allenamenti intensi favoriscono un eccellente benessere cardiovascolare e aerobico e generano una grande quantità di stamina muscolare in molti gruppi muscolari.

Poiché la posizione di corsa è dinamica e non statica, non vincola l’atleta al mezzo, e poiché l’impatto del piede sul terreno non è violento né traumatico, se fatto con la giusta tecnica, gli allenamenti o le attività intensive minimizzano i comuni traumi associati alla corsa e i fastidiosi e assillanti dolori al collo, alla schiena, alla zona lombare, alle natiche connessi al ciclismo.

Per quanto riguarda l’utilizzo sportivo con i cani, la footbike è ideale per l’allenamento delle razze da lavoro: lo sforzo sinergico e paritetico tra conduttore ed animale, la sicurezza a bordo e la dinamica, fanno preferire la footbike alla bicicletta, ma anche alla corsa, proprio perché non ha lo stesso impatto traumatico sulle articolazioni e i cani si divertono insieme ai propri conduttori.

Per la pratica in montagna, invece, si usano footbike più pesanti che montano forcelle da DH: la posizione simile a quella dello snowboard, l’assenza di telaio, la libertà di movimento danno la possibilità a tutti di provare l’ebbrezza della discesa, in sicurezza: la vacanza in montagna può essere molto divertente, anche d’estate, grazie alla footbike.

 

I VANTAGGI DELLA FOOTBIKE

  • Non avendo né catena né cambio, è un mezzo pulito; è leggero e può essere facilmente trasportato.
  • Non avendo i pedali, può essere facilmente riposto nel bagagliaio della macchina (esistono anche modelli pieghevoli).
  • Avendo la pedana a 5 cm da terra, può essere usata da chi non ha equilibrio
  • Con i suoi due freni indipendenti, è un mezzo sicuro anche in mezzo alla gente

GARE BIBIONE OTTOBRE 2022 ISCRIZIONI APERTE: CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

EUROCUP 4th RUN - CLICK HERE